CORSO DI CONTABILITÀ CONDOMINIALE
MODULO AVANZATO DI SPECIALIZZAZIONE
Sulla base della riforma del condominio L.220/2012

AMBIENTI E DOTAZIONI      
LUOGO:
Il corso si tiene presso la sede ICAF di Milano, in via Oldofredi n.9.          
La sede si raggiunge a piedi dalla Stazione Centrale (treno, MM1, MM3, mezzi di superficie), oppure MM3 Sondrio, MM4 Isola, MM3 Zara, MM2 Gioia, bus 60, 43, 81, 155, 728, Stazione Porta Garibaldi (treno, passante, MM2, MM4, mezzi di superficie).
Comoda pista ciclabile con 2 punti BikeMI nelle vicinanze e rastrelliera nel cortile del palazzo.
Gli ambienti sono conformi alla normativa per l’accesso dei disabili.

DOTAZIONI DELL’AULA:
Aule da 15 a 60 posti,  con sedie e tavoli / sedie confort dotate di tavolini (su lato destro o sinistro), lavagna interattiva multimediale (LIM) / video per proiezione 50 pollici, climatizzate.           

A CHI SI RIVOLGE

– diplomati e laureati che intendono specializzarsi nella materia contabile e/o condominiale;     
– avvocati e praticanti;  
– mediatori civili e commerciali;
– professionisti che desiderano ampliare le proprie conoscenze e competenze;
– amministratori condominiali e revisori condominiali;  
– studi professionali;     
– commercialisti, tributaristi, esperti contabili;  
– notai  
– dirigenti e impiegati delle pubbliche amministrazioni  
– imprenditori  
– liberi professionisti     
– proprietari e amministratori immobiliari

Prima di iscriversi a questo corso, si consiglia vivamente la frequenza del Corso pratico intensivo di Contabilità Condominiale – modulo base (16 ore).

ORIGINI DELL’INIZIATIVA FORMATIVA

  • La legge dell’ 11 dicembre 2012, n. 220, “Modifiche alla disciplina del condominio negli edifici”, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 293 del 17/12/2012 entrata in vigore il 18 giugno 2013, prevede delle responsabilità in capo a chi si occupa di materia condominiale e di conseguenza di contabilità condominiale.
  • La contabilità condominiale, come ben sa chi già opera nel settore, è ben diversa dalla contabilità generale sia nei principi che per l’aspetto pratico. Da qui l’esigenza che fornisca gli strumenti utili, a livello pratico, per conoscere o migliorarsi in questo settore. Questo corso di formazione pratico e intensivo assume rilevanza assoluta alla luce del fatto che la “contabilità condominiale” attiene a norme giurisprudenziali e alle prescrizioni introdotte dalla nuova riforma, che non sono compatibili con i principi contabili previsti dalla norma cogente per le aziende e non sono pertanto previsti approfondimenti e specializzazioni in merito nell’ambito di altre figure professionali.
  • La contabilità condominiale deve tenere conto dei diversi destinatari e dei soggetti interessati all’analisi della stessa, rispetto alle loro differenti esigenze amministrative e contabili, oltre che di ogni ulteriore previsione giurisprudenziale e prescrizione introdotta dalla “Riforma del Condominio” con la L.220/2012.
  • Rispetto al corso di Contabilità Condominiale – modulo base, questo corso offre la possibilità di analizzare casi reali e svolgere esercitazioni e contabilizzazioni di casi specifici.

OBIETTIVO FORMATIVO

Trasmettere ai partecipanti la piena consapevolezza:

  • della struttura tecnica della contabilità e del rendiconto condominiale in senso contabile, fiscale, amministrativo, tecnico e giuridico, rispetto all’applicazione pratica delle novità introdotte L.220/2012 (Riforma del Condominio) e alle altre fonti giuridiche della contabilità e del rendiconto condominiale.
  • delle modalità di tenuta della contabilità e delle modalità di redazione del rendiconto condominiale

ORGANIZZAZIONE DIDATTICA

  • Attività formative previste:
  • Lezioni frontali in aula
  • Analisi di casi specifici
  • Esercitazioni sulle singole “fasi operative tipo” della contabilità condominiale
  • Ruolo che ciascuna categoria di partecipanti avrà in ciascuna attività formativa / attività didattica
    • Discenti: esperimento di casi pratici di contabilità condominiale

DURATA DEL CORSO E PIANIFICAZIONE DELLE LEZIONI

  • Durata complessiva del corso

Il corso ha durata complessiva di n.16 ore.

  • Pianificazione delle lezioni

Ogni lezione si terrà a giornate intera come da “calendario corso”, avrà durata di 8 ore, divisa in due moduli da 4 ore (mattino e pomeriggio) intervallati da un’ora di pausa pranzo.

CALENDARIO

18 OTTOBRE 2019 – dalle ore 09:00 alle ore 18:00

25 OTTOBRE 2019 – dalle ore 09:00 alle ore 17:30

ESAME: 25 OTTOBRE 2019 – dalle ore 17:30 alle ore 18:00

RESPONSABILE SCIENTIFICO
Dott. Ivan Giordano: giurista ed esperto contabile, direttore scientifico di AIReC, autore del testo “Contabilità Condominiale” e “Il Revisore Condominiale” editi da Maggioli Editore, professionista con pluriennale esperienza di revisione condominiale e tenuta della contabilità di complessi condominiali.

DOCENTI E FORMATORI

Dott. Ivan Giordano: giurista ed esperto contabile, direttore scientifico di AIReC, autore del testo “Contabilità Condominiale” e “Il Revisore Condominiale” editi da Maggioli Editore, professionista con pluriennale esperienza di revisione condominiale e tenuta della contabilità di complessi condominiali.  

COORDINATORE E REFERENTE DEL CORSO: Dott.ssa Federica Fullin

COSTI E PROMOZIONI

  • 292,00 €
  • 232,00 € (revisori AIReC, mediatori ICAF, Gaetti Condominio, iscrizioni di almeno 3 persone)

Il costo del corso è esente IVA in quanto erogato da Ente di Formazione accreditato al Ministero della Giustizia, ai sensi dell’art. 10 del dpr 633/72.

MATERIALE DIDATTICO        Il materiale didattico verrà distribuito il primo giorno del corso e/o inviato tramite email. Eventuale ulteriore materiale non previsto nel programma del corso POTRÀ essere inviato al termine del corso.

Importante: per seguire al meglio le lezioni, è consigliato che ogni corsista abbia il proprio pc.

PROGRAMMA DETTAGLIATO

PIANIFICAZIONE “ON THE JOB” DELLE TRE GIORNATE FORMATIVE

  • ANALISI E COMMENTI DIRETTAMENTE SULLE SCRITTURE E SUI PROSPETTI CONTABILIANALISI DI ALCUNI PRINCIPALI FATTI AMMINISTRATIVI ORDINARI E STRAORDINARI
    E RELATIVA CONTABILIZZAZIONE CON EVIDENZA DI QUANTO SEGUE:
  • Adempimenti contabili introdotti dalla legge 220/2012
  • Adempimenti contabili derivanti dalla norma uni 10801
  • Adempimenti contabili derivanti dalle norme fiscali vigenti
  • Adempimenti amministrativi e contabili derivanti dalla “scienza contabile e di bilancio applicabile al caso di specie”
  • I più comuni quesiti posti ai consulenti tecnici contabili dai giudici e dai mediatori civili a seguito della “riforma del condominio”
  • Il registro di contabilità di cui agli artt. 1130 e 1130 bis del codice civile– esempi di compilazione ed esercitazioni commentate in aula
  • Le “scritture” di cui all’art.1130 bis del codice civile– esempi di compilazione ed esercitazioni commentate in aula
  • Rappresentazione di “ogni altro dato inerente alla situazione patrimoniale del condominio” di cui all’art.1130 bis del codice civile– esempi di compilazione ed esercitazioni commentate in aula
  • Fondi e riserve condominiali di cui all’art.1130 bis del codice civile– esempi di compilazione ed esercitazioni commentate in aula – analisi separata di fondi disponibili, fondi indisponibili o parzialmente disponibili, fonti esclusivamente contabili ed eventuali riserve
  • L’immediata verifica di cui all’art.1130 bis del codice civile– esempi pratici ed esercitazioni commentate in aula
  • Il “riepilogo finanziario” di cui all’art.1130 bis del codice civile– esempi di compilazione ed esercitazioni commentate in aula – differenze fra riepilogo finanziario condominiale, registro di contabilità condominiale e rendiconto finanziario applicato al contesto aziendale
  • La “nota sintetica” di cui all’art.1130 bis del codice civile che deve essere “esplicativa della gestione”, “contenere anche i rapporti in corso”, “contenere anche le questioni pendenti” – esempi di compilazione ed esercitazioni commentate in aula
  • Uno sguardo all’impostazione professionale del revisore condominiale nella fase di verifica della contabilità condominiale prevista dall’art.1130 bis del codice civile
  • La documentazione contabile e giustificativi di spesa da mettere a disposizione del revisore condominiale per poter garantire la verifica tutelata dal 1130 bis del codice civile rispetto alla “scienza contabile applicabile al caso di specie”
  • Il ruolo del consiglio di condominio di cui all’art.1130 bis ultimo comma, avente funzioni consultive e di controllo sul rendiconto e sulla contabilità condominiale
  • Concetto di tenuta della contabilità funzionale alla redazione del rendiconto e garante del diritto di verifica diretta o delegata a terzi professionisti
  • Conto corrente condominiale e registro di contabilità
  • Gestione della liquidità condominiale, utilizzo del conto corrente, gestione di casse virtuali (carte prepagate, paypal, etc.) E dubbi sulla possibilità di utilizzo di cassa contanti / valori rispetto a quanto previsto dall’art.1129 del codice civile. Il rispetto della normativa antiriciclaggio vigente e cenni ai conseguenti adempimenti.
  • Tenuta della contabilità e concetto di “confusione patrimoniale” rispetto a quanto previsto dall’art.1129 del codice civile
  • Contabilità condominiale e passaggio consegne: dalla situazione patrimoniale / finanziaria / economica di apertura alla tenuta della contabilità generale condominiale, sino alla redazione del rendiconto di cui all’art.1130 bis del codice civile

Nel corso delle giornate formative verranno contabilizzati su supporto informatico (simulazione su file di excel) fatti amministrativi condominiali ordinari e straordinari e verrà riprodotta la chiusura dei conti, la riconciliazione bancaria e una sintesi di rendiconto contenente tutti gli elementi previsti dalla vigente normativa e verificabili da un revisore condominiale professionista.

PER ASSICURARE IL CORRETTO E COMPLETO APPRENDIMENTO DA PARTE DEI PARTECIPANTI, E’ IMPORTANTE LA PARTECIPAZIONE A TUTTE LE GIORNATE FORMATIVE IN QUANTO TUTTI I TEMI TRATTATI SONO CORRELATI E FUNZIONALI TRA LORO.

ESAME DI VALUTAZIONE FINALE: è previsto un esame di valutazione finale ai sensi dell’art. 5 comma 5 del Decreto del 13 agosto 2014 n.180.

ATTESTATO
L’attestato di partecipazione viene rilasciato alla fine del corso solo se si completano tutte le ore previste.
Le eventuali ora perse possono essere recuperate in occasione del corso successivo, salvo disponibilità di posti.

SERVIZI POST CORSO – PROSPETTIVE FUTURE

  • Possibilità di iscriversi a tariffa agevolata al Corso di Revisore Condominiale (e conseguente possibilità di essere inserito nell’elenco “Revisori Condominiali AIReC” e nel “Registro Italiano dei Revisori Condominiali”, formazione continua, possibilità di operare su tutto il territorio nazionale)
  • Possibilità di iscriversi a tariffa agevolata a corsi e seminari ICAF
  • Possibilità di partecipare all’attività formativa gratuita organizzata da ICAF

ACCREDITAMENTI
Per il corso in oggetto è stato ottenuto l’accreditamento presso i seguenti ordini e collegi professionali:
– AIReC – Associazione Revisori Condominiali > ACCREDITATO (16 crediti)            
– Organismo di Mediazione Civile ICAF > ACCREDITATO (16 crediti)                         
– Aggiornamento obbligatorio per gli amministratori di condominio ai sensi dell’art.2 e art.5 del decreto 13 agosto 2014, n.140.