Istituto di Conciliazione e Alta Formazione

Valutazione della possibilità

30.01.2017 – Vasto – Pasquale

(…) occorre chiarire che, nell’attuale sistema normativo, non è mai consentito alle parti di anticipare la discussione sul tema della possibilità di avviare la mediazione, senza avere prima partecipato personalmente al primo incontro e aver recepito le informazioni che il mediatore è tenuto a dare circa la funzione e la modalità di svolgimento della mediazione.
ORDINANZA

Leggi Tutto »

20.01.2017 – Pavia – Marzocchi

(…) non si svolgeva regolarmente in quanto l’opponente, chiamata in mediazione dalla più diligente parte opposta, non si presentava all’incontro, limitandosi a delegare il proprio difensore incaricandolo di comunicare al mediatore i motivi della sua impossibilità di partecipare alla procedura

Leggi Tutto »

26.09.2014 – Pavia – Marzocchi

(…) necessario che il mediatore non si limiti a verbalizzare quali soggetti sono presenti e con quali poteri (il che è doveroso sempre) ma verbalizzi anche quale parte dichiari di non voler o poter proseguire la mediazione e quali siano gli ostacoli oggettivi che impediscono la prosecuzione della mediazione. Considerato che se il primo incontro avrà, per contro, uno svolgimento che si sostanzia in una mediazione vera e propria, la condizione di procedibilità potrà dirsi avverata. Sarà pertanto necessario che il mediatore con la sua verbalizzazione consenta di comprendere quale mediazione ha svolto nel primo incontro. Solo in questo modo il magistrato sarà messo in condizione di valutare se la condizione di procedibilità si è avverata e adottare le conseguenti determinazioni processuali.
ORDINANZA

Leggi Tutto »

30.03.2016 – Siracusa – Muratore

Il mediatore nel primo incontro chiede alle parti di esprimersi sulla “possibilità” di iniziare la procedura di mediazione, vale a dire sulla eventuale sussistenza di impedimenti all’effettivo esperimento della mediazione e non sulla volontà delle parti, dal momento che in tale ultimo caso si tratterebbe, nella sostanza, di mediazione non obbligatoria bensì facoltativa e rimessa al mero arbitrio delle parti medesime con evidente, conseguente e sostanziale interpretatio abrogans del complessivo dettato normativo e assoluta dispersione della sua finalità esplicitamente deflattiva.
ORDINANZA

Leggi Tutto »

25.01.2016 – Roma – Moriconi

È necessario e doveroso che il mediatore verbalizzi la ragione del rifiuto a proseguire nella mediazione vera e propria. Peraltro nell’ambito delle attività del mediatore, sarebbe buona prassi degli organismi fornire alle parti, oltre le informazioni che la legge prevede, quelle relative allo stato della giurisprudenza sulle questioni più rilevanti e di interesse in tema di mediazione.
ORDINANZA

Leggi Tutto »

15.10.2015 – Firenze – Scionti

Revocato il decreto ingiuntivo ottenuto dalla banca e condannate parte istante e parte convenuta per non aver effettivamente esperito la mediazione ma per essersi limitate a dire di “non voler andare avanti oltre l’incontro di programmazione”.
SENTENZA

Leggi Tutto »

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E RICEVI UNO SCONTO DEL 10% SUL TUO PRIMO CORSO O SULLA TUA PRIMA MEDIAZIONE CIVILE

Privacy Policy