Quando avranno inquinato l’ultimo fiume, abbattuto l’ultimo albero, preso l’ultimo bisonte, pescato l’ultimo pesce, solo allora si accorgeranno di non poter mangiare il denaro accumulato nelle loro banche (Toro seduto)

Sostenibilità aziendale

Creazione di valore nel lungo periodo

Secondo l’Università Cattolica di Milano, la sostenibilità aziendale si riferisce a una nuova concezione dell’attività imprenditoriale, secondo cui il fine ultimo dell’attività d’impresa non può consistere nella sola massimizzazione del profitto (obiettivo tipicamente di breve periodo), ma va esteso alla creazione di valore nel lungo periodo.

In altre parole, un’azienda “sostenibile” deve puntare non soltanto a creare un ritorno economico per i proprietari, ma deve anche garantire benefici di carattere sociale (verso il cliente, verso il lavoratore) e ambientale (evitando sprechi e inquinamento). È importante quindi che un’impresa sostenibile produca profitti e risultati, in maniera tale che il surplus possa essere reinvestito anche in processi orientati al rispetto dell’ambiente.

La scelta di ICAF

Sostenibilità ambientale e sociale

ICAF si inserisce in questo contesto di azienda sostenibile grazie alla costante promozione di investimenti commerciali sostenibili, nonché la promozione interna di pratiche sostenibili.

Nonostante l’acqua “del rubinetto” di Milano sia una delle migliori in Italia, a volte può capitare che contenga depositi di calcare oppure piccole particelle derivate dalla corrosione delle tubature.

Ecco che nel 2018 ICAF decide di dotarsi, con un importante impegno economico, dell’impianto di depurazione ad osmosi: acqua inconfondibile, fredda o a temperatura ambiente, sia naturale che frizzante sempre a disposizione di tutti, versata nelle comode bottiglie di vetro trasparenti o blu. In questo modo è venuto meno l’acquisto di bottigliette di plastica (offerte a lavoratori, collaboratori e clienti) che spesso venivano bevute per metà e poi buttate via. Ogni anno si ha un risparmio di almeno 1000 bottigliette di plastica, che in 5 anni significa risparmiare circa 3000 kg di plastica che in questo modo non viene immessa nell’ambiente.

A disposizione di collaboratori e clienti bicchieri per l’acqua e bicchierini per il caffè in cartoncino o plastica biodegradabile, così come cucchiaini e palettine.
Inoltre, per i dipendenti stoviglie in ceramica, posate d’acciaio e bicchieri di vetro, così da contenere lo spreco.

La sostituzione delle lampadine tradizionali con i più efficienti Led o lampadine a basso consumo è già una realtà.

Grazie alla digitalizzazione dei sistemi, si va verso un approccio paperless, che eviti il più possibile l’impiego della carta in favore delle più moderne ed efficienti soluzioni digitali.

In ogni ufficio e stanza sono presenti diversi contenitori per la raccolta differenziata (carta, plastica, indifferenziata), mentre nello spazio cucina è disponibile anche vetro e umido.

Inoltre, sul sito e su ogni modulistica in cui ci siano le indicazioni per raggiungere la sede, incentivo all’utilizzo di mezzi pubblici e della bicicletta, dato che la sede di Milano proprio accanto ad una comoda pista ciclabile e all’interno del cortile condominiale vi è una grande rastrelliera coperta.

Un altro aspetto importante e da non sottovalutare è quello di circondarsi di partner e fornitori “a km zero”: gli ordini di timbri, targhe, insegne, cancelleria ma anche regali e premi, vengono effettuati presso negozi del quartiere.

Dal punto di vista della sostenibilità sociale, ICAF promuove la partecipazione nella vita aziendale, coinvolgendo le risorse in team building, pranzi, aperitivi e cene, nonché una migliore conciliazione vita personale-lavoro (la maggior parte dei docenti e dei mediatori civili lavora in smart working).

Infine, ICAF partecipa con orgoglio a iniziative volte a favorire una cultura della sostenibilità sia ambientale, ad esempio finanziando le biciclettate di primavera, sia sociale, finanziando concerti benefici e associazioni che operano in tal senso.

Grazie a questo impegno, siamo certi che non vengano edotti solo i dipendenti e collaboratori ad utilizzare pratiche green ma anche i clienti che ogni giorno entrano in contatto con la nostra realtà!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.