Istituto di Conciliazione e Alta Formazione

Milano

25.12.2021 – Milano – Appiani

Preliminarmente si rigetta l’istanza di improcedibilità della causa per mancato esperimento del tentativo di mediazione.
La mediazione non è condizione di procedibilità per l’azione revocatoria, materia che non è elencata nel testo di legge, a nulla rilevando che il credito fonte dell’obbligazione revocanda derivi da rapporto bancario.
SENTENZA

Leggi Tutto »

05.11.2021 – Milano – Borrelli

Il Giudice ritiene che la convenuta debba essere dichiarata responsabile e condannata a risarcire a parte attrice il danno cagionato dall’inesatto adempimento, in data 9.6.2014, della prestazione contrattuale. Tenuto conto che i CTU, esaurientemente rispondendo alle osservazioni del CT di parte attrice (che riterrebbe più congrua valutazione di tre – tre punti e mezzo) e del CT di parte convenuta (che ha posto in luce come lesioni cicatriziali più gravi ed evidenti siano solitamente stimate in percentuali inferiori al cinque per cento), hanno valutato il danno iatrogeno accertato (esito cicatriziale di 4 cm. in sede anteriore al III medio del braccio sinistro di uomo, con aderenze sottocutanee) come mero danno biologico permanente, quantificato nella misura del due/due e mezzo per cento della complessiva integrità psicofisica; considerato che O.XXX P.XXXXXXX aveva, al momento del verificarsi del danno, l’età di trentanove anni.
SENTENZA

Leggi Tutto »

14.04.2021 – Milano – Boroni

Le parti possono delegare taluno all’uopo a condizione che detta delega si fondi su di una procura speciale sostanziale, ossia una procura avente lo specifico oggetto della partecipazione alla mediazione e il conferimento del potere di disporre dei diritti sostanziali che ne sono oggetto.
ORDINANZA

Leggi Tutto »

02.09.2019 – Milano – Folci

La mancata partecipazione al procedimento di mediazione, previsto dall’art. 5 D.lgs. 28/2010 per le controversie in materia di
condominio, prevede la condanna, per chi non ha partecipato senza giustificato
motivo, al versamento all’entrata del bilancio dello Stato di una somma
corrispondente al contributo unificato, mente non è previsto alcun rimborso delle
spese sostenute dalla parte che ha richiesto la mediazione. SENTENZA

Leggi Tutto »

23.01.2018 – Milano – Spinnler

La circostanza che l’amministratore non fosse investito di autorizzazione assembleare non rende nullo il procedimento di mediazione. Deve ritenersi che il vizio sia sanabile, prevedendo il disposto di cui all’art. 71 quater disp. att. c.c. la facoltà del mediatore di disporre, su richiesta dell’amministratore, proroga della prima comparizione allo scopo di consentire a quest’ultimo di munirsi di delibera assembleare.
SENTENZA

Leggi Tutto »

24.05.2017 – Milano – Sentenza di appello

Questa Corte è chiamata a decidere se il mancato rispetto del termine di quindici giorni assegnato dal giudice per avviare il tentativo di mediazione, alla stregua della legge sulla mediazione processuale, possa ritenersi equivalente al mancato tentativo di mediazione nei casi in cui esso sia previsto come obbligatorio, situazione –quest’ultima- che certamente determina l’improcedibilità del giudizio ordinario. La Corte rileva come il termine assegnato dal Giudice, nel caso di specie, corrisponda a quello di quindici giorni indicato dalla legge nell’art. 5 d.lgs. 28/2010, senza alcuna indicazione del carattere perentorio del medesimo […] Al termine di quindici giorni non appare corrispondere un termine processuale. […] Il procedimento di mediazione, infatti, costituisce una parentesi alternativa del procedimento ordinario e non può ritenersi come un’appendice di quest’ultimo, certamente sottoposto a più rigorose regole endoprocessuali.
SENTENZA

Leggi Tutto »

30.11.2016 – Milano – Rota

Instaurato tempestivamente il procedimento di mediazione, il predetto termine decadenziale di trenta giorni è stato interrotto salvo a riprendere nuovamente a decorrere, ai sensi dell’art. 5, comma sesto, del decreto legislativo n. 28 del 2010, a far data dal deposito del verbale presso la segreteria dell’organismo di mediazione.
SENTENZA

Leggi Tutto »

27.09.2016 – Milano – Boroni

Rilevato che il tentativo di mediazione obbligatorio con il convenuto risulta comunque esperito ancorché successivamente al termine di 15 giorni assegnato dal Giudice;
ritenuto che tale situazione consenta di non ritenere operante la improcedibilità prevista per il mancato esperimento del procedimento, in assenza di espressa previsione di perentorietà del termine assegnato dal giudice ex art. 5 d. l.vo 4.3.2010 n. 28, dovendosi dare prevalenza all’effetto sostanziale dello svolgimento del procedimento; ritenuto che il procedimento obbligatorio non riguardi la domanda di regresso svolta (…)

Leggi Tutto »

21.07.2016 – Milano – Gentile

La procedura di mediazione, facoltativa per la presente controversia, avviata dall’Attrice prima dell’introduzione della lite, benché non obbligatoria per legge, era tuttavia maxime opportuna, in quanto, in caso di espletamento con successo, avrebbe consentito ad ambo le parti, incluso lo stesso debitore, di evitare i costi ed i tempi del presente giudizio poi necessariamente incardinato a seguito della mancata collaborazione del CONDOMINIO nella fase della mediazione.

Leggi Tutto »

21.07.2016 – Milano – Folci

(…) improcedibilità della domanda per tardività della mediazione, essendo
scaduti i termini perentori assegnati dal giudice all’udienza. Le spese di lite liquidate come da dispositivo, vengono poste a carico di parte ricorrente, quale parte che ton la propria condotta ha dato avvio al procedimento senza poi compiere gli adempimenti
necessari per la sua prosecuzione.

Leggi Tutto »

27.04.2016 – Milano – Flamini

La mediazione non potrà considerarsi esperita con un semplice incontro preliminare tra i soli difensori delle parti, ancorché muniti di procura speciale per la partecipazione alla mediazione, dal momento che nella detta procedura la funzione del legale è di mera assistenza alla parte comparsa.
ORDINANZA

Leggi Tutto »

26.02.2016 – Milano

La previsione di obbligatorietà del procedimento preventivo di mediazione risponde ad una finalità deflattiva: è con essa coerente la indicazione che l’organismo di mediazione debba aver sede “nel luogo del giudice competente per la controversia”, riportandosi quindi ai principi che determinano la competenza e che, sotto il profilo territoriale, individuano in via principale il luogo di residenza/domicilio/sede del convenuto, sì da consentirne la sua effettiva partecipazione senza oneri eccessivi.

Leggi Tutto »

27.11.2015 – Milano

Mediazione delegata dal giudice: l’amministratore non deve convocare un’assemblea straordinaria per autorizzare l’avvocato all’avvio della mediazione.
SENTENZA

Leggi Tutto »

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER E RICEVI UNO SCONTO DEL 10% SUL TUO PRIMO CORSO O SULLA TUA PRIMA MEDIAZIONE CIVILE

Privacy Policy